RIMINI Violenza in spiaggia, su coppia: si cercano i responsabili

Rimini Violenza coppia spiaggia
(credits: Il Fatto Quotidiano)

Rimini: coppia vittima di violenza sulla spiaggia. Si cercano i responsabili. Un’altro terribile episodio di violenza inaudita è accaduto in Italia. Vittime della spregiudicata violenza una coppia di turisti polacchi. Si trovavano a Rimini in vacanza e stava per concludersi il loro soggiorno. Avevano deciso di appartarsi su una spiaggia del litorale, località Miramare, quando sono stati sorpresi da quattro individui, poi identificati come nord africani, che li hanno aggrediti duramente. Il ragazzo è stato picchiato, stordito e rapinato. Lei, ripetutamente seviziata e violentata.

Non soddisfatti della brutale aggressione che ha lasciato feriti i giovani ragazzi sulla spiaggia, il branco feroce si è allontanato in macchina e sulla strada statale ha abusato di un transessuale peruviano, anch’egli lasciato esanime e ferito sul ciglio della strada.

La Polizia sta effettuando tutte le indagini per risalire all’identità dei quattro uomini. Potrebbero avere meno di 30 anni. Ipotesi molto probabile è che fossero reduci di una serata all’insegna di alcool e sostanze stupefacenti. L’eccitazione proveniente dall’effetto della droga li avrebbe portati a commettere una sequela di soprusi.

Secondo la questura di Rimini, le indagini, monitorate da Maurizio Improta, sarebbero di difficile attuazione. Risalire all’identità degli stupratori non è compito semplice. Tuttavia le immagini di videosorveglianza e i materiali biologici raccolti sulla spiaggia costituiscono un buon punto di partenza. Tra le congetture fatte finora si potrebbe trattare di spacciatori che alloggiano temporaneamente a Rimini.

La coppia, ancora ricoverata in ospedale, è stata ascoltata dai poliziotti e secondo i fatti raccontati, gli aggressori si sarebbero avvicinati parlando un inglese risicato, offrendo loro un drink e poi dei soldi. Davanti al rifiuto, è iniziata la violenza. La ragazza è stata trascinata su un pattino, picchiata e violentata a turno, poi trascinata in acqua. Una volta ripresasi, la giovane vittima si è trascinata carponi verso l’area pedonale tentando disperatamente di farsi sentire. Una prostituta è accorsa in aiuto e ha dato l’allarme.

La ragazza al momento è ancora sotto shock per la violenza subita e chiede disperatamente di tornare a casa. Il nosocomio che li ospita ha attivato tutte le procedure mediche sanitarie necessarie in caso di violenza sessuale, sia fisiche che di supporto psicologico.

Il Sindaco di Rimini, Andrea Gnassi ha dichiarato che il Comune si costituirà parte civile. “Quando verranno identificati i responsabili, verranno applicate tutte le sanzioni secondo la normativa vigente, senza sconti o attenuanti – ha detto il Primo Cittadino -. Siamo tutti sconvolti, Rimini è sconvolta di fronte a tanta violenza inaudita. La comunità riminese si stringe attorno alle vittime”.

Related posts

Leave a Comment