Uso smodato del cellulare alla guida: aumentano le percentuali di incidenti

Polizia Terracina Latina poliziotto

Uso smodato del cellulare alla guida, aumentano le percentuali di incidenti. Dati alla mano gli italiani sono sempre più distratti dai telefoni cellulari quando sono alla guida. La conferma arriva da una statistica effettuata da Polizia e Carabinieri, i quali hanno riscontrato un aumento di multe a causa dei telefonini. Nel primo trimestre 2017 le sanzioni a causa dell’uso dello smartphone sono aumentate del 18,1% rispetto allo stesso periodo del 2016. Un dato impressionante se si pensa che numericamente si tratta di 32.373 multe contro le 27.415 dell’anno precedente.

Un dato quasi divertente riscontrato dall’ASAPS – Associazione Amici Polizia Stradale – riguarda la difficile contestazione della trasgressione da parte degli agenti. Gli italiani infatti sarebbero abili prestigiatori, e si scherza al riguardo, parlando degli Italiani come campioni mondiali del lancio del telefonino. Scherzi a parte, si tratta comunque di una gravissima abitudine che viola il Codice stradale. Per tale ragione il direttore del servizio di Polizia Stradale, Giuseppe Bisogno, ha proposto, senza ottenere ancora riscontro, il ritiro della patente di guida fin dalla prima infrazione. Una sospensione che andrebbe da un minimo di 15 giorni ad un massimo di 2 mesi.

Una sanzione forte che però è difficile da biasimare, dati i riscontri Istat che evidenziano l’uso del cellulare come la causa del 21,4% degli incidenti su strade extraurbane e del 15,5% in città. Se ampliamo il raggio di veduta, uno studio dell’Aci (Automobile Club d’Italia) attribuisce all’uso del cellulare il 75% degli del totale degli incidenti su strada. Al momento di un incidente, l’intervento della Polizia stradale consta anche in una compilazione di modulo ISTAT, nel campo “Cause accertate o presunte di incidente”. Tale dato nell’anno 2015 si è aggirato sempre intorno al 15-17% nella definizione dell’uso di smartphone. Ad oggi il valore è aumentato al di sopra del 20%. Tutte le constatazioni dedotte dagli incidenti come il mancato rispetto della segnaletica, il procedere contromano, la distanza di sicurezza non rispettata derivano da una distrazione. Tuttavia i dati statistici di altri paesi non presentano una situazione meno grave.  E’ sottoscritta anche all’estero  l’uso del cellulare come la prima causa di morte. Due deceduti su tre hanno utilizzato il cellulare prima di un incidente.

Related posts

Leave a Comment